• Calce - Grassello

    Il marmorino è innanzitutto un ’INTONACO’, ossia qualcosa che copre ’tonaca’ gli edifici e che oltre ad essere protezione è anche sembianza, proprio come un vestito da indossare. Il legante GRASSELLO DI CALCE è un materiale che, dopo la sua asciugatura, diviene una pietra artificiale. Il Grassello di Calce vanta caratteristiche di mirabile stabilità fisica, traspirabilità, resistenza meccanica e resistenza agli attacchi biologici.

    marmorino antico

    La sostituzione della sabbia con la polvere di marmo da luogo ad un impasto che viene chiamato MARMORINO, un impasto bianco che non presenta i puntini neri della sabbia, e che è caratterizzato da una elevata omogeneità in quanto, una volta asciutto, è costituito interamente da carbonato di calcio e quindi diventa una pietra artificiale. Il carbonato di calcio ha una macro morfologia a ’cristallo’, una forma in grado di conferire ai marmorini una particolare lucentezza e luminosità.

    Il nostro Intonaco usato con la polvere di cotto è il famoso intonaco in cocciopesto ed assume una colorazione ’Rosso Antico’ o ’Rosso Venezia’ che non necessita di una successiva imbiancatura salvo che non si voglia una diversa colorazione. In questo caso si utilizzano Terre Minerali Naturali per realizzare Intonachini, Tempere e Latte di calce dai colori uguali a quelli antichi.

  • Cocciopesto Romano

    L’attuale Cocciopesto trae origine dall’antico "opus signum" o anche "pavimentum testaceum", pavimenti di epoca romana, realizzati battendo fortemente una miscela di calce e cocciopesto, che assumeva un caratteristico colore rosa puntiforme sfumato nella tonalità. Quando nel pavimento in cocciopesto per impreziosirlo erano inseriti pezzi o tessere di marmo il pavimento prendeva nome di "opus segmentatum".

    cocciopesto romano

    Il pavimento in Cocciopesto ben si adatta a qualsiasi forma e situazione anche in quelle irregolari e fuori piombo. Il Cocciopesto è versatile e molto elegante. Il Cocciopesto è possibile abbinarlo a vari inserti tipo: cotto, marmo, vetro, metallo etc. creando fasce e motivi ornamentali così da realizzare pavimentazioni di grande effetto. Il pavimento in Cocciopesto è un pavimento che ha una notevole durezza e resistenza alle diverse condizioni climatiche e alla usura, di facile manutenzione e gran rinnovabilità nel tempo con una semplice rilevigatura.

  • Tinta alla Calce

    La neutralità dei prodotti è data dalla assoluta assenza di additivi, resine e fissativi chimici. I nostri intonaci e marmorini a base di calce sono dunque indicati per la Bioarchitettura, non inquinanti per l'ambiente e nocivi per l'uomo. Sono intonaci marmorini particolarmente indicati per il restauro di monumenti ed edifici storici. Permettono alla muratura di respirare abbondantemente, rendendola così molto più sana e in grado di originare microclimi ad umidità controllata ’naturalmente’ ottima dal punto di vista igenico-sanitario. Usati come sottofondo anche per ’rimpelli o arricciature’ si aggrappano perfettamente a paramenti murari di tipo antico, quali muri in pietrame con presenza di estese superfici di malta (anche magra). Sono idonei per situazioni di elevata presenza di umidità, poiché la assorbono dalla fonte e la portano in superficie permettendone l’asciugatura con l’aria.

    Intonaci e tonacini Antichi a base di calce su formula del Prof.Arch. Massimo Ricci titolare del Laboratorio di Tecnologia dell’architettura (corso L). Facoltà di Architettura Università' degli studi di Firenze, Consulente di tecnologia dell’architettura antica e materiali antichi. Graduate School of Design. Harvard University CAMBRIDGE (MASSACHUSETTS USA). Esperto in Bioclimatica, troverete molte interessanti e utili informazioni nei suoi siti: www.bioclimaticamr.it / www.ur-tsa.it.

  • Pastellone a calce

    Pastellone richiama i pavimenti del XV secolo delle ville Veneziane, con le sue caratteristiche tonalità calde e sfumate. Il colore originale del Pastellone è il Rosso, che veniva ottenuto con la polvere di rosso cinabro. Meno frequente ma conunque storico era la variante Gialla, ottenuta con la Terra di Siena, rara invece è il Verde usando la Terra di Treviso.

    Realizziamo superfici a ’Pastellone’ che benchè riproducano l’aspetto antico esaltandone le caratteristiche cromatiche, estetiche e funzionali, ne diminuisce lo spessore a circa 1 cm. dal fondo e riduce notevolmente i tempi di lavorazione.

    I materiali che compongono il nostro ’Pastellone’ rimangono naturali: Calce Idraulica, Grassello di Calce, polveri di marmo e/o cotto e un legante organico. Tutto ciò permette di ottenere un Pastellone particolarmente elegante con un sapore vissuto, antico.